L’Olimpia Teodora lotta, ma Riccione conclude

Lasersoft Riccione – Olimpia Teodora 3-0

IL TABELLINO:

Lasersoft Riccione: Tallevi 12, Agostini (L), Moltrasio 4, Gabellini 15, Stefanini (L), Godenzoni 10, Ricci 8, Guagnali 5, Fogli. N.e.: Astolfi, Chiste, Paolassini All.: Piraccini

Olimpia Teodora: Monaco 10, Pioli 8, Baravelli, Ghiberti 2, Bendoni 8, Comastri 4, Macchi (L), Balducci 16 , Pagliara (L), Ravaglia. N.e.: Fusaroli, Munteanu, Ronchi. All.: Marone

ARBITRI: D’Auria e Colucci.

PARZIALI: 25-16, 25-21, 30-28.

NOTE: Durata set: 24’, 28’, 36’ (tot. 88’) Lasersoft Riccione: battute vincenti 5, sbagliate 7, muri 6, errori 10; Olimpia Teodora: battute vincenti 2, sbagliate 6, muri 7, errori 20.

LA PARTITA:

La prima trasferta dell’Olimpia Teodora si conclude con un 3-0 a favore delle avversarie. Le ragazze di coach Marone hanno pagato l’esperienza e il livello di gioco messo in campo dalle padrone di casa. I parziali del match però denotano come le giallorosse siano riuscite pian piano ad ingranare la marcia portando addirittura l’ultimo set ai vantaggi. Forse le ravennati meritavano qualcosina di più, ma l’approccio alla gara fa ben sperare la squadra giallorossa che nonostante l’alto livello della Lasersoft Riccione è riuscita a tenere il campo senza demoralizzarsi. Nel primo set, coach Marone schiera Ghiberti opposta a Baravelli, Balducci e Monaco in banda, Comastri e Bendoni al centro e Vacchi libero. Parte punto a punto il primo parziale che vede le ravennati star bene attaccate alle padrone di casa fino al 12-9 quando un errore di Baravelli porta Riccione sul più tre. Le giallorosse provano a riprendere le avversarie, ma Riccione gioca meglio e una parallela di Gabellini porta le padrone di casa sul 16-12. La partita prosegue, ma le ravennati faticano a star dietro al gioco di Riccione che con un muro su Monaco chiudono il set (25-16). Il secondo parziale vede Riccione partire fortissimo, tanto che Ravenna fatica a stargli dietro. Un errore in attacco di Ghiberti porta il parziale sul 9-2. Le ravennati però cominciano ad ingranare la marcia e un muro di Balducci riduce lo svantaggio portando il punteggio sul 16-15. Riccione tenta di scappare e un muro di Ricci allunga il parziale portandolo sul 22-17. Le giallorosse provano a ridurre lo svantaggio, ma alla fine un errore in attacco di Balducci chiude il set (25-21). Il terzo parziale parte come il primo, l’Olimpia gioca bene e riesce a contenere Riccione che grazie ad un bel primo tempo di Bendoni si ritrova in parità sull’8-8. Le padrone di casa provano a scappare con un ace di Tallevi che allunga sull’11-8, ma Ravenna non ci sta e una bella diagonale di Balducci ribalta il punteggio portandolo sull’11-12. Il set prosegue punto a punto, ma in questo parziale Ravenna gioca meglio e grazie ad un errore di Riccione si porta sul 19-22. Il set è tiratissimo, ma L’Olimpia riesce a guadagnarsi due match point con una bellissima parallela di Pioli (22-24). La squadra di casa però non molla e riesce a riportare il match in parità sul 24 pari. La tensione dentro al palazzetto è altissima e il set rimane in pieno equilibrio fino a quando un punto molto discusso e un attacco di poco fuori di Balducci regalano la vittoria a Riccione che chiude così set e partita (30-28). Quello che rimane è una gran prestazione in crescita della squadra di coach Marone che non si fa intimorire da una squadra forte come Riccione e che riesce a tenere testa alle padrone di casa per quasi tutta la partita. Ora le giallorosse torneranno in casa sabato 22 ottobre e ospiteranno le pisane dell’Ambra Cavallini.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.