Contro Baronissi la Conad Olimpia Teodora fa 3 a 1 e trova la quarta vittoria casalinga consecutiva

Al fischio d’inizio coach Angelini dispone in campo capitan Bacchi e D’odorico sulle bande, Kajalina opposto, Scacchetti al palleggio, Torcolacci e Menghi centrali, con Paris libero. Per Baronissi coach Castillo schiera Avenia al palleggio, Victoria Lopez e Moneta in attacco, Mendaro Leyva opposto, Travaglini e Strobbe centrali, con Maggipinto libero.

Le ospiti si portano subito avanti (0-2) e, dopo il momentaneo pareggio della Conad, allungano meritatamente sul 6-11. Il muro di Torcolacci suona la carica e l’ace di D’odorico riporta le padrone di casa sul 9-11, ma Ravenna fatica a chiudere gli scambi e subisce un altro 0-5 di parziale che permette a Baronissi di portarsi avanti di 7 sul 9-16. L’Olimpia Teodora reagisce e il muro di Kajalina vale il 15-18, poi l’ottimo ingresso in gara di Aluigi permette il rientro fino al -1 sul 21-22. Nel finale però Baronissi non sbaglia più nulla e stoppa la rimonta, portandosi a casa il primo set per 23-25.

Il secondo parziale si apre con due ace di Kajalina e la Conad si porta subito sul 3-0. Le ospiti tornano sotto sul 7-6, ma un muro di Torcolacci e il terzo ace nel set di Kajalina lanciano il nuovo allungo ravennate sull’11-8. I punti di capitan Bacchi segnano il 15-11 e il 17-12, ma Baronissi non molla e si riporta a -2 sul 18-16. Nonostante i due grandi salvataggi di Bacchi e Paris che valgono il punto del 19-16, le ospiti tornano ancora più sotto sul 20-19. La volata finale dell’Olimpia Teodora è però perfetta e l’ace di Scacchetti segna il 23-20, prima che la solita Bacchi chiuda i conti per il definitivo 25-21.

Avvio del terzo set all’insegna dell’equilibrio (4-4). Palle a terra di Kajalina e Aluigi, un errore in attacco di Baronissi e un muro di Kajalina e Ravenna vola (8-4). Dopo il time out chiamato dai campani si torna in campo con Aluigi che va a punto. Le ospiti si scuotono e si rifanno sotto (9-7) e questa volta è coach Angelini a chiamare la sospensione. Negli scambi centrali del set si torna a giocare a stretto contatto. Capitan Bacchi riprende il servizio e subito dopo ribadisce con una bomba imprendibile (14-11). In evidenza Menghi con un pallonetto vincente e Paris che recupera una palla impossibile che poi il capitano mette a terra (16-13). Il match è molto combattuto, le ospiti approfittano di un momento difficile di Ravenna per riportarsi in parità (18-18). Capitan Bacchi chiama le compagne alla riscossa e mette a segno due diagonali imprendibili (21-19). Baronissi non ci sta a perdere e riporta il set in equilibrio (21-21). Mani fuori su attacco di Kajalina e un errore in attacco di Mendaro e si va sul 23-21. Ravenna è concentratissima e chiude il set con freddezza grazie a un attacco e a un muro vincente della capitana (25-22).

Il quarto set parte bene per la Conad Ravenna che, grazie a altri due ace di Kajalina e ai colpi proibiti della capitana, si porta avanti di prepotenza (6-1). Le campane in questa fase sembrano perdere in concentrazione, lasciando gioco facile alle leonesse di Ravenna (11-4). Sembrerebbe un vantaggio incolmabile per le ospiti, ma la partita non è ancora finita. Questa volta è Ravenna a calare di tono  mentre Baronissi si riprende e si riporta sotto (14-12). Sono fasi determinanti del match e in campo c’è nervosismo. Le campane annullano le distanze ed effettuano il sorpasso (16-17) costringendo coach Angelini a chiamare il time out. Alla ripresa del gioco è Kajalina a riportare in equilibrio il set. Si procede a fasi alterne e dopo uno scambio interminabile è ancora Kajalina a guidare avanti Ravenna (21-20). Finale al fulmicotone con Aluigi che conquista il punto che frutta tre possibili match ball (24-21). Il primo viene annullato ma al secondo tentativo è Lucia Bacchi a mettere il sigillo sul risultato (25-22).

LA DICHIARAZIONE
Simone Angelini, coach della Conad Olimpia Teodora Ravenna, si dichiara soddisfatto della prova delle sue ragazze: “Anche se oggi non era partita bene, siamo stati molto bravi a raddrizzare il risultato. Diciamo che c’eravamo quasi riusciti già nel primo set con una bella rimonta. I numeri dicono che ci siamo equivalsi sia in ricezione che in attacco, la differenza l’hanno fatta il numero dei muri, 11 a 4 per noi, e la Kajalina che batte sempre molto bene. È stato un incontro vissuto nervosamente in partenza, perché, come abbiamo già detto in precedenza, è da queste partite che verrà fuori la nostra classifica per i playoff e se si compie un passo falso poi si complicano le cose. Il risultato è perciò molto importante. Siamo stati bravissimi a ritrovare la retta via e a portare a casa i tre punti, buonissimi per continuare a credere nei playoff. Alla fine sarà necessario stare nei primi nove, ma nel frattempo quelli dietro corrono e bisogna stare molto molto attenti”.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA – P2P GIVOVA BARONISSI: 3 1 (23-25, 25-21, 25-22, 25-22)
Durata set: 29‘, 26’, 25‘, 25’; tot. 105‘
Arbitri: Sergio Jacobacci e Nicola Traversa.
Spettatori: 300 circa.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA
Bacchi 21, Paris (L), Ceroni, D’odorico 3, Aluigi 11, Scacchetti 3, Torcolacci 3, Menghi 7, Panetoni, Kajalina 24, Vallicelli.
All.: Simone Angelini.
Vice all.: Moris Meloni.
Muri 11, ace 8, battute sbagliate 11, errori ricez. 9, ricez. pos 57%, ricez. perf 28%, errori attacco 8, attacco 36%.

P2P GIVOVA BARONISSI
Baruffi 1, Ferrara 2, Travaglini 2, Avenia, Prestanti 1, Mendaro Leyva 30, Strobbe 6, Maggipinto (L), Pedone, Victoria Lopez 9, Moneta 12.
N.e.: Gagliardi, Quarchioni.
All.: Ivan Castillo.
Vice all.: Teodoro Cicatelli.
Muri 4, ace 3, battute sbagliate 14, errori ricez. 8, ricez. pos 61%, ricez. perf 27%, errori attacco 11, attacco 35%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *