A Lido Adriano passa il Rimini. Olimpia Teodora nuovo ko

IL TABELLINO:

Olimpia Teodora Ravenna – Projet Service Rimini 1-3 (23-25, 25-21, 18-25, 21-25)

Olimpia Teodora: Fusaroli 4, Pagliara, Ronchi 8, Macchi (L1), Monaco, Pioli 16, Baravelli 4, Ghiberti 1, Bendoni (K) 10, Comastri 2, Ravaglia, Balducci 18. N.e. Munteanu, Barboni (L2) All: Marone

Projet Service Rimini: Costantino 13, Zammarchi 7, Bologna (K) 11, Ugolini 2, Altini 15, Grandi 9, Gennai 4, Marchi (L1), Calamai. N.e. Orsi, Launi (L2), Bucella, Berardi. All. Gambuti

LA PARTITA:

Continua il periodo poco non positivo della squadra di B2 di Olimpia Teodora. La striscia di risultati negativi si allunga a 5 gare nelle quali le ravennati hanno raccolto un solo punto. In questo turno la squadra ospite alla Dante Alighieri di Lido Adriano (causa nuova, ennesima indisponibilità della palestra Mattioli a Ravenna) è stata la Athena Rimini, formazione coriacea e combattiva composta da un misto di atlete giovani ed esperte che veniva da due sconfitte consecutive e si è presentata desiderosa di riscatto. La coach riminese Chiara Gambuti ha schierato Gennai al palleggio con la ex Altini (due anni in A2 dal 2019 al 2021) come opposta, Bologna e Grandi in posto 4, centrali Zammarchi Costantino e Marchi libero. Di contro coach Marone, che deve fare i conti con una Comastri in non perfette condizioni causa un piccolo infortunio patito in settimana in Under 18, ha proposto la giovane Ronchi opposta alla regista Baravelli, Monaco e Balducci di banda, Bendoni e Fusaroli al centro con Macchi in seconda linea.

Subito in palla Rimini che va avanti 5-1 e mantiene sempre un piccolo margine di vantaggio. La sfortuna da di nuovo capolino sotto forma di un infortunio a Greta Monaco che esce sull’8-11 sostituita da Rachele Pioli. Sul 9-13 la panchina ravennate ferma il gioco e la squadra grazie anche ad un ottimo turno al servizio di Ronchi, si riporta a -1 (15-16). Le ospiti però non demordono e l’aggancio avviene solo a quota 23. Marone alza il muro inserendo Ghiberti per Baravelli, l’attacco biancorosso viene contenuto ma senza palleggio e senza libero cade inopinatamente il secondo tocco. E nello scambio successivo Rimini difende è un pallonetto di capitan Bologna chiude il set.

Si riprende e l’Olimpia Teodora pare trasformata. Il gioco scorre fluido, aumenta la fiducia e l’efficacia. Ravenna conduce 18-8 con la panchina ospite che ha utilizzato entrambi i time out, ma un parziale di 7-0 sulla battuta del centrale Costantino, riporta l’Athena in partita. Le biancorosse arrivano fino al -1 (20-21) ma il parziale va all’Olimpia. È 1-1.

Nel terzo set Marone schiera Ghiberti in posto 2 e la sua squadra sembra ripartire con il piglio giusto (11-7) ma la risposta non si fa attendere e Rimini sorpassa a quota 13 e piano piano allunga fino al 25-18 che le riporta avanti nel computo dei set.

L’andamento del quarto parziale rispecchia a grandi linee il precedente con le padrone di casa che partono meglio (10-5) ma le riminesi si riorganizzano, recuperano l’inerzia della gara e la chiudono in discreta tranquillità.

Ottima la prova della giovane palleggiatrice ospite Gennai, classe 2004, provenienza Libertas Forlì, anche lei in qualche modo ex della contesa avendo fatto parte della squadra Under 18 che nella scorsa stagione centrò il nono posto alle finali nazionali. Il tentativo di Olimpia Teodora di interrompere la striscia negativa si scontrerà la prossima settimana contro la Tris Volley di Polverigi (Ancona) attualmente nelle posizioni medio alte della classifica.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.