Category: Comunicato stampa

Porte aperte fino a 200 spettatori al PalaCosta: la Conad lancia la prevendita dei biglietti per il match di domenica contro Soverato

Porte aperte al PalaCosta per l’esordio casalingo della Conad Olimpia Teodora, domenica 4 ottobre, alle ore 17, contro Soverato. La capienza sarà ridotta a 200 spettatori a causa delle norme di prevenzione anti Covid-19, e, per questo, sarà necessario affrettarsi a prenotare il proprio biglietto per non rimanere a mani vuote (anche perché la biglietteria del PalaCosta sarà chiusa il giorno della partita).
La società ha scelto, vista la situazione e la capienza molto ridotta, di non vendere abbonamenti ma, contemporaneamente, di premiare chi nella scorsa stagione ha dimostrato grande fedeltà alla squadra aprendo, già da oggi, mercoledì 30 settembre (inviando una mail a segreteria@olimpiateodora.it ) una prelazione per chi era titolare di abbonamento nella passata stagione. Nella giornata di domani, giovedì 1 ottobre, la prevendita riservata sempre agli abbonati avverrà direttamente presso la cassa del PalaCosta dalle ore 17 alle ore 19.
Nelle giornate di venerdì e sabato la prevendita sarà invece aperta a tutti.
Sarà possibile acquistare i biglietti in due modalità:
• prevendita diretta alla biglietteria del Pala Costa, nelle giornate di giovedì 1 ottobre, dalle 17 alle 19, venerdì 2 ottobre, dalle 10 alle 12, e sabato 3 ottobre, dalle 10 alle 12.
• prenotazione del biglietto via mail a segreteria@olimpiateodora.it, con ritiro e pagamento nei giorni indicati per la prevendita.

ATTENZIONE: per evitare assembramenti il pomeriggio della partita la biglietteria del PalaCosta resterà invece chiusa!
I prezzi dei biglietti
Intero: 10 euro
Ridotto Over 65: 8 euro
Ridotto Junior 12-18 anni: 5 euro

Modalità di acquisto:

  1. Il biglietto sarà nominativo e sarà quindi obbligatorio rispettare rigorosamente il posto assegnato;
  2. Sarà possibile acquistare biglietti per i propri congiunti, e in questo caso potranno anche essere venduti biglietti adiacenti;
  3. All’acquirente sarà richiesto un contatto e, per consentire un eventuale tracciamento in caso di positività e risalire alla filiera dei contatti, sarà obbligatorio compilare un’autocertificazione (allegato 5) e un modulo dati personali scaricabili da questo link;
  4. Ogni posto sarà assegnato in modo da rispettare il distanziamento di due metri dal più vicino spettatore, sia in laterale che in altezza.
    Modalità di accesso al PalaCosta
  5. Chi avrà acquistato il biglietto in prevendita dovrà presentarsi presso il PalaCosta non prima di 60 minuti prima dell’inizio della gara;
  6. Gli ingressi, sia esterni che interni, saranno differenziati per tribuna (Grande e Piccola) e ognuno dovrà seguire le indicazioni di accesso esposte. Per facilitare l’identificazione degli ingressi la planimetria del PalaCosta è reperibile sul sito del club;
  7. Si invita il pubblico a misurare la temperatura prima di lasciare la propria abitazione per recarsi alla partita e, nel caso di temperatura superiore ai 37,5°, anon presentarsi;
  8. È obbligatorio rimanere al proprio domicilio e non entrare nell’impianto se sottoposti a provvedimento di “quarantena”, se tenuti all’isolamento fiduciario, o nel caso di contatto con persone risultate positive al virus, o potenzialmente infette, nei 14 giorni precedenti;
  9. All’ingresso del PalaCosta si passerà attraverso un triage in cui verrà misurata la temperatura: in caso di temperatura superiore a 37,5°, l’accesso all’impianto sarà impedito;
  10. È obbligatorio indossare la mascherina durante le procedure di ingresso, durante tutta la partita e durante il deflusso in uscita;
  11. Nel corso di ogni spostamento in ingresso, uscita o fila di attesa sarà obbligatorio rispettare i percorsi tracciati mantenendo la distanza di un metro dalle altre persone;
  12. Lo spettatore non potrà lasciare il proprio posto se non per recarsi ai servizi igienici;
  13. Non saranno ammessi assembramenti nei corridoi, nelle zone di transito e nei bagni, il personale addetto controllerà il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro;
  14. Alla fine della partita non ci potrà essere contatto tra il pubblico e le giocatrici o lo staff;
  15. Il bar del palasport resterà chiuso.

La Conad lotta e strappa un set, ma torna da Cutrofiano senza punti

La Conad Olimpia Teodora torna dall’esordio stagionale a Cutrofiano con una sconfitta per 3-1. Le ragazze ravennati lottano con grinta, ma non riescono a strappare un punto anche a causa di un avvio difficile e contratto, in cui ha influito anche l’emozione dell’esordio.

Le Leonesse cedono i primi due set a causa di qualche passaggio a vuoto di troppo, al cospetto di una squadra che, anche grazie al match già disputato e vinto 7 giorni fa, si dimostra più rodata e costante. L’ottima reazione del terzo set non risulta invece sufficiente, perché nel quarto un nuovo black out nella fase centrale del set costa la partita a Ravenna.

La partita

Al fischio d’inizio Coach Simone Bendandi manda in campo il sestetto titolare con Morello, Piva, Guidi, Torcolacci, Guasti, Kavalenka e Rocchi libero. L’avvio è equilibrato e il primo break è della Conad, che si porta avanti 6-8 grazie a Torcolacci, a segno in attacco e a muro. Le padrone di casa reagiscono e pian piano trovano pareggio e sorpasso, allungando fino al 15-12. La reazione ravennate targata Piva e Kavalenka vale il 15 pari, ma un altro break di Cutrofiano chiude il set, con le pugliesi che scappano sul 20-16 e chiudono il primo set per 25-19.

L’Olimpia Teodora parte bene anche nel secondo parziale (5-7), ma nuovamente le padrone di casa rovesciano in pochi punti la situazione sul 13-9. Cutrofiano non concede più la possibilità di rimontare, allungando fino al 20-12 e portandosi a casa anche il secondo set per 25-14, nonostante i 5 punti nel parziale di Kavalenka per Ravenna.

Le vera reazione ospite arriva nel terzo set che, dopo gli ingressi di Bernabè e Assirelli, parte 1-6 in favore della Conad. Le Leonesse non si guardano più indietro, doppiano le avversarie sull’8-16 e allungano ancora fino al 9-22, prima di chiudere il parziale per 11-25, trascinate dai 5 punti di Guasti e i 4 di Assirelli.

Nel quarto set Ravenna prova a continuare da dove si era fermata e, grazie a 3 punti di Piva e 2 di Guasti e Bernabè si porta avanti 8-12. Sul 9-13 però un altro black out permette a Cutrofiano un super parziale di 8-0 che rovescia i conti fino al 17-13. La Conad non riesce più a trovare lo spunto per reagire e le padrone di casa chiudono il parziale per 25-20 e il match sul 3-1.

Il post-partita

“Come mi aspettavo – commenta Coach Simone Bendandi – la nostra prestazione è stata altalenante. L’emozione dell’esordio e la mancanza di ritmo partita ci è costata cara all’inizio e nei primi due set non siamo riusciti a esprimerci al meglio, subendo qualche passaggio a vuoto di troppo. Nel terzo le ragazze sono riuscite a scrollarsi di dosso un po’ di ruggine e reagire, anche grazie a chi entrando dalla panchina si è fatto trovare pronto. Purtroppo nel quarto set abbiamo avuto un altro calo nella parte centrale e le nostre avversarie sono state brave a mentenere un livello di gioco più costante”.

Torniamo a casa con una buona lezione, che ci deve servire per continuare a lavorare duramente in palestra. Siamo un gruppo giovane e c’è bisogno di avere pazienza perché è normale che alle ragazze serva un po’ di tempo per conoscersi bene e trovare i giusti automatismi. Oggi ci sono state delle situazioni che mi hanno fatto arrabbiare, ma abbiamo grandi margini per crescere e dal punto di vista tecnico ho visto buone cose”.

Il tabellino

Cuore di Mamma Cutrofiano – Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-1 (25-19 25-14 11-25 25-20)

Cutrofiano: Ferrara (L), Avenia 4, De Vitofranceschi (L), Panucci 14, Quarchioni 15,M’Bra 12, Menghi 6, Rizzieri, Salviato, Morciano, Caneva 8. N.e.: Tarantino, Gorgoni. All.: Antonio Carratù. Ass.: Simone Giunta.

Muri 14, ace 5, battute sbagliate 8, errori ricez. 4, ricez. pos 46%, ricez. perf 26%, errori attacco 10, attacco 34%.

Ravenna: Morello, Piva 12, Bernabè 5, Assirelli 7, Monaco, Guidi 3, Torcolacci 5, Guasti 12, Kavalenka 11, Rocchi (L). N.e.: Poggi, Giovanna. All.: Simone Bendandi. Ass.: Dominico Speck.

Muri 6, ace 4, battute sbagliate 9, errori ricez. 5, ricez. pos 45%, ricez. perf 23%, errori attacco 14, attacco 31%.

Arbitri: Marco Colucci e Alessandro Pietro Cavalieri

La classifica

Megabox Vallefoglia 6, Omag San Giovanni In Marignano 5, Cuore di Mamma Cutrofiano 5, CBF Balducci HR Macerata 3, Volley Soverato 3,  CDA Talmassons 1*, Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 1, Conad Olimpia Teodora Ravenna 0*, Itas Città Fiera Martignacco 0.

*Una partita in meno

Prossimo turno

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Volley Soverato, domenica 4 ottobre, ore 17, PalaCosta (Ravenna)

Conad in TV: sul canale online della Lega le partite in diretta, tutti i martedì replica in prima serata su TeleRomagna

Grandi novità per quanto riguarda la trasmissione delle partite della nuova stagione di volley femminile, che ha preso il via domenica scorsa con la settimana di riposo per la Conad Olimpia Teodora. Quest’anno come non mai, nonostante le limitazioni all’accesso ai palazzetti a causa delle norme di prevenzione del contagio da Covid-19, si ampliano le possibilità di vedere, in streaming e in TV, le gare delle Leonesse ravennati.

LVF TV

Come annunciato da Legavolleyfemminile, il canale online LVF TV si rinnova e fornirà la diretta, oltre che della Serie A1, anche di tutte le gare del campionato di Serie A2. Al momento è disponibile la versione web (www.lvftv.com), ma nei prossimi mesi saranno lanciate le applicazioni per smartphone, tablet e Smart TV.

Il servizio sarà gratuito per le prime 3 giornate di stagione, quindi per le prime 2 gare della Conad, domenica 27 settembre alle 17 in trasferta a Cutrofiano e quella successiva, 4 ottobre, al PalaCosta contro Soverato. I prezzi degli abbonamenti saranno i seguenti:

  • Serie A2 mensile 3,90€/mese
  • Serie A2 stagionale 39,90€/stagione
  • Total LVF mensile 6,90€/mese
  • Total LVF stagionale 69,90€/stagione

Promozione fino al 31/10:

  • Serie A2 stagionale 29,90€/stagione
  • Total LVF stagionale 49,90€/stagione

Partite su TeleRomagna

Ma non è finita qui, perché tutte le partite dell’Olimpia Teodora saranno trasmesse anche in replica in differita, gratuitamente, tutti i martedì alle 21 su TeleRomagna, canale 74 del Digitale Terrestre.

Ultimo test vittorioso per la Conad: Exacer Montale battuta al tie break

Ottimo test, ben giocato e combattuto da entrambe le squadre, per la Conad Olimpia Teodora che, al PalaCosta, batte in rimonta per 3-2 l’Exacer Montale. La formazione di Coach Bendandi regala sprazzi di ottima pallavolo e ottiene tanti spunti su cui continuare a lavorare in settimana, sfruttando anche la giornata di riposo che il calendario le ha riservato per la prima di campionato.

Primo set eccellente da parte delle ragazze ravennati che, trascinate da Kavalenka (6 punti) e Torcolacci (5) scavano pian piano il solco non dando praticamente mai spazio alle avversarie per rimontare. Nella seconda frazione, dopo un avvio in linea con la prima, arriva la reazione delle ospiti, che restano a contatto e sorpassano sul finale. Poca storia nel terzo set, con la Conad che perde il filo nella parte centrale soprattutto a causa di una bassa efficienza in attacco. Il quarto set vede le Leonesse ravennati tornare in partita con grinta, rimontando dal 13-16 e portando il match al tie break, dove la voglia delle padrone di casa, guidate da una sapiente regia di Morello, risulta poi decisiva.

Il commento di Coach Simone Bendandi

“Sono contento della prestazione – commenta Coach Simone Bendandi, soprattutto considerando che si trattava sostanzialmente della nostra prima partita, visto che quella di Sassuolo purtroppo non può essere considerata. Mi sono anche potuto fare un’idea di alcune situazioni tattiche e mentali su cui andare a lavorare, quindi è certamente stato un test importante”.

L’allenatore, che ha fatto ruotare tutte e 12 le giocatrici a disposizione, aggiunge: “Ho visto cose molto interessanti, una squadra pronta a ricevere consigli su qualche adattamento, e mi è piaciuta molto la mentalità. Abbiamo ovviamente ancora tantissimo da lavorare soprattutto dal punto di vista della battuta, che può agevolare molto il muro-difesa, fase del gioco a cui tengo particolarmente, ma voglio fare quindi i complimenti a tutte. Avrei anche voluto dare più spazio a tutte, ma purtroppo abbiamo potuto fare pochissimo gioco in questo pre-campionato e quindi ho preferito far finire la partita all’ossatura principale su cui ruoterà la squadra”.

Il tabellino

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Exacer Montale 3-2 (25-19, 23-25, 16-25, 25-22, 15-10)

Ravenna: Morello, Poggi, Piva 17, Bernabè 3, Assirelli 8, Monaco, Guidi 10, Torcolacci 5, Guasti 11, Kavalenka 19, Rocchi (L), Giovanna (L). All.: Simone Bendandi. Ass.: Dominico Speck.

Muri 7, ace 5, battute sbagliate 21, errori ricez. 6, ricez. pos 45%, ricez. perf 23%, errori attacco 13, attacco 37%.

Per la Conad domenica alle ore 18 al PalaCosta allenamento congiunto contro Montale

Torna in campo per l’ultimo test prima dell’inizio del campionato di Serie A2 la Conad Olimpia Teodora che, domenica 13 settembre, alle ore 18, al PalaCosta, ospiterà in un allenamento congiunto l’Exacer Montale, formazione che è stata inserita nel Girone Ovest del campionato di Serie A2 (Ravenna disputerà il Girone Est).

L’allenamento congiunto tra le due squadre si svolgerà naturalmente, considerando le normative di sicurezza per la lotta al Covid-19, a porte chiuse.

Intervento al ginocchio perfettamente riuscito per Laura Grigolo

Intervento perfettamente riuscito per Laura Grigolo, operata questa mattina, venerdì 4 settembre, presso la Casa di Cura San Francesco a Ravenna. “Ricostruito il legamento crociato del ginocchio destro – spiega il chirurgo ortopedico dott. Roberto Plazzi, che ha effettuato l’intervento, durato circa un’ora, con lo staff sanitario di Casa di Cura San Francesco – Domus Nova –, non si sono rilevate altre criticità”.Nei prossimi la giocatrice incomincerà il percorso rieducativo. Il ritorno in campo è previsto tra circa 6 mesi.

Pubblicato il calendario della stagione 2020/21: per la Conad riposo alla prima giornata, derby l’1 novembre con ritorno al PalaCosta a Santo Stefano

Sono stati pubblicati ieri, lunedì 31 agosto 2020, dalla Lega Volley Femminile i calendari per la stagione 2020/21 di Serie A2, che partirà ufficialmente il 20 settembre. La Conad Olimpia Teodora Ravenna sarà inserita nel Girone Est, da 9 squadre, quindi avrà 2 giornate di riposo, la prima delle quali proprio nella giornata di apertura.

Al termine della prima fase, che si chiuderà a fine 2020 (30 dicembre), le squadre verranno divise nei Pool Promozione e Salvezza per la seconda fase di stagione, dove ogni formazione erediterà i punti conquistati nella prima fase e giocherà partite di andata e ritorno contro le squadre non ancora incontrate.

Per quanto riguarda il Girone Est, dopo il primo turno di riposo, la Conad esordirà nella seconda giornata in trasferta a Cutrofiano il 27 settembre, e sempre in trasferta chiuderà il campionato, il 30 dicembre a Martignacco. Tre i turni infrasettimanali: il 14 ottobre nella 5a giornata a Ravenna sarà ospite la Megabox Vallefoglia, l’8 dicembre match di ritorno nelle Marche valido per la 14a giornata, e appunto l’ultima giornata del 30 dicembre.

Torna anche l’attesissimo derby con San Giovanni in Marignano, con un doppio appuntamento festivo: andata 1 novembre in trasferta nel riminese e ritorno sabato 26 dicembre al PalaCosta.

Il calendario completo può essere visualizzato e scaricato al seguente indirizzo: https://www.legavolleyfemminile.it/?p=118915

“Sono felice di vedere pubblicati i calendari – commenta coach Simone Bendandi – perché questo significa che siamo sempre più vicini all’inizio della stagione. Ci aspetta un girone fitto di impegni e sappiamo di dover affrontare tutti prima o poi, quindi l’ordine delle partite è un fattore secondario rispetto alla grande voglia che abbiamo tutti di ricominciare e assaggiare l’emozione di una partita ufficiale dopo tanti mesi. Il turno di riposo alla prima giornata sicuramente è un fattore da tenere in considerazione in fase di preparazione, ma non cambierà comunque più di tanto la nostra programmazione”.

Il calendario completo della Conad Olimpia Teodora Ravenna:

1^ GIORNATA – 20 settembre 2020, Olimpia Teodora Ravenna riposa

2^ GIORNATA – 27 settembre 2020, Cuore di Mamma Cutrofiano – Olimpia Teodora Ravenna

3^ GIORNATA – 4 ottobre 2020, Olimpia Teodora Ravenna – Volley Soverato

4^ GIORNATA – 11 ottobre 2020, CDA Talmassons – Olimpia Teodora Ravenna

5^ GIORNATA – 14 ottobre 2020 (mer), Olimpia Teodora Ravenna – Megabox Vallefoglia

6^ GIORNATA – 18 ottobre 2020, CBF Balducci HR Macerata – Olimpia Teodora Ravenna

7^ GIORNATA – 25 ottobre 2020, Olimpia Teodora Ravenna – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio

8^ GIORNATA – 1 novembre 2020, Omag San Giovanni in Marignano – Olimpia Teodora Ravenna

9^ GIORNATA – 8 novembre 2020, Olimpia Teodora Ravenna – Itas Città Fiera Martignacco

10^ GIORNATA – 15 novembre 2020, Olimpia Teodora Ravenna riposa

11^ GIORNATA – 22 novembre 2020, Olimpia Teodora Ravenna – Cuore di Mamma Cutrofiano

12^ GIORNATA – 29 novembre 2020, Volley Soverato – Olimpia Teodora Ravenna

13^ GIORNATA – 5 dicembre 2020 (sab), Olimpia Teodora Ravenna – CDA Talmassons

14^ GIORNATA – 8 dicembre 2020 (mar), Megabox Vallefoglia – Olimpia Teodora Ravenna

15^ GIORNATA – 13 dicembre 2020, Olimpia Teodora Ravenna – CBF Balducci HR Macerata

16^ GIORNATA – 20 dicembre 2020, Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Olimpia Teodora Ravenna

17^ GIORNATA – 26 dicembre 2020 (sab), Olimpia Teodora Ravenna – Omag San Giovanni in Marignano

18^ GIORNATA – 30 dicembre 2020 (mer), Itas Città Fiera Martignacco – Olimpia Teodora Ravenna

Brutte notizie per la Conad: rottura del legamento crociato per Laura Grigolo

In seguito agli esami strumentali eseguiti questa mattina a poliambulatorio Ravenna 33, Conad Olimpia Teodora comunica che Laura Grigolo, infortunatasi durante il primo set dell’allenamento congiunto di ieri a Sassuolo, ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore, con frattura del piatto tibiale e del menisco del ginocchio destro.

La ragazza e Conegliano, proprietaria del cartellino, decideranno dove fare l’operazione che potrebbe essere già eseguita in settimana. I tempi di recupero sono stimati in circa sei mesi.
Da parte di tutta la squadra, dello staff e della società Olimpia Teodora, va un grande in bocca al lupo e un abbraccio a Laura per una rapida ripresa.

Buon test a Sassuolo per la Conad, ma preoccupa l’infortunio a Laura Grigolo

Buon test per la Conad Olimpia Teodora, impegnata sabato 23 agosto, a Sassuolo in un allenamento congiunto. Al di là del punteggio, che ha visto le ragazze ravennati uscire sconfitte in tre dei quattro set disputati, la squadra di Coach Simone Bendandi, che ha fatto ruotare 12 giocatrici (Torcolacci tenuta a riposo per un affaticamento), torna a casa con tante indicazioni e spunti per il lavoro delle prossime settimane.

A preoccupare sono però le condizioni di Laura Grigolo, che ha lasciato il campo a metà primo set a causa di un brutto infortunio al ginocchio destro. La gravità dell’incidente verrà valutata dallo staff medico domani, quando l’atleta si sottoporrà agli esami strumentali presso il poliambulatorio Ravenna33.

Green Warriors Sassuolo – Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-1 (25-18 , 26-24 , 25-21 21-23)

Quarto set ai 15

Ravenna: Morello 1, Poggi, Piva 11, Bernabè 4, Assirelli 7, Monaco 3, Guidi 14, Guasti 4, Kavalenka 13, Grigolo 2, Rocchi (L), Giovanna (L). All.: Simone Bendandi.

Ufficializzati i numeri di maglia per la prossima stagione

Mentre la squadra prosegue il lavoro di preparazione, la Conad Olimpia Teodora annuncia i numeri di maglia che le ragazze vestiranno nella stagione 2020/21.

Le cinque conferme dalla squadra dello scorso anno mantengono anche il proprio numero, rispettivamente il #2 per la giovane ravennate Chiara Poggi, il #4 per Rebecca Piva, l’#8 e il #9 per le centrali Ludovica Guidi e Alice Torcolacci, e il #13 per Giulia Rocchi.

Tante le novità per le nuove arrivate. La regista Rachele Morello riceve in eredità il #1 che l’anno scorso era sulle spalle della capitana Bacchi. Julia Kavalenka ha scelto il #11, Alessandra Guasti il #10, mentre anche Flavia Assirelli sfoggerà un inedito #6. Nuovo numero anche per Stefania Bernabè che avrà il #5 e Greta Monaco che vestirà il #7.

Laura Grigolo, infine, conferma il #12 che ha sempre indossato, così come Beatrice Giovanna ritrova il suo #17.

La scelta dei numeri

Ognuna con le proprie motivazioni e la propria storia, sono le stesse ragazze a spiegare la scelta del numero.

“Ho sempre avuto il 4 – racconta Rachele Morello –, ma questo è un anno particolare all’insegna della ripartenza dopo un momento difficile, quindi ho scelto di cambiare e prendere l’1”.

“È il numero che mi ha sempre accompagnato fin da bambina – spiega invece Chiara Poggi –: non riesco a immaginare di giocare senza il mio numero 2”.

“In realtà non c’è un vero motivo per il mio 4 – sottolinea Rebecca Piva –. Mi piace come numero e all’inizio, quando ero bambina, l’avevo scelto un po’ per cabala perché è uno di quelli che i miei genitori hanno usato di più. Ora che ce l’ho da più di 10 anni però non voglio cambiare per nessun motivo”.

Numero nuovo per Stefania Bernabè che confessa: “Solitamente mi piace il 10, ma non essendo disponibile ho scelto il 5 che è la sua metà. Questa avventura è totalmente nuova per me e ci sta provare un numero che non ho mai avuto”.

Novità anche per Flavia Assirelli: “Non essendo disponibile il 13 che avevo avuto nelle scorse stagioni, ho preso il 6 perché è il numero di tre mie amiche ed ex compagne che hanno avuto un ruolo fondamentale nella mia vita sportiva e non solo”.

“Negli anni delle giovanili ho sempre avuto il 29 – racconta Greta Monaco, che vestirà il 7 –, ma si tratta di un numero troppo alto quindi ho dovuto cambiare e mi sono adattata a quello che era disponibile”.

“Anno scorso scelsi l’8 a pelle – spiega la neo-capitana Ludovica Guidi –. Lo avevo avuto alle selezioni provinciali e in questa stagione, Coronavirus a parte, è stato un buon amuleto personale da dover riconfermare”.

Conferma anche per Alice Torcolacci: “Il 9 mi ha sempre accompagnato in questi anni di crescita e duro lavoro, spero continui ad essere di buon auspicio per il mio percorso”.

Un ritorno alle origini, invece, per Alessandra Guasti, che racconta: “Quando giocavo nel mio paesino avevo il 10 e, una volta andata via, ho pensato insieme alla mia famiglia che sarebbe restato per sempre a Barberino. Ora ho avuto la possibilità di riprenderlo e sono molto contenta perché mi ricorda da dove sono partita”.

“Ho scelto l’11 per due motivi – dichiara Julia Kavalenka –: prima di tutto non mi piacciono i numeri singoli, e poi perché 1+1 fa 2, che è il giorno del mio compleanno”.

Nuova avventura, ma vecchio numero per Laura Grigolo: “Quando ho iniziato a giocare ho preso il 12 perché guardavo la nazionale in tv e mi piaceva molto la Piccinini, quindi mi sono ispirata a lei e non ho più mollato questo numero”.

“Non c’è un motivo ben preciso per il 13 – sottolinea Giulia Rocchi –. Quando lo scelsi era un numero che andava abbastanza controcorrente, perché secondo alcuni porta sfortuna. Poi l’ho sempre avuto da 10 anni a questa parte quindi ormai ci sono particolarmente affezionata”.

“Il 17 è il mio numero preferito – spiega infine Beatrice Giovanna – e ce l’ho da quando sono piccola. Tra l’altro è sempre facile averlo disponibile visto che a molti non piace e pensano che porti sfortuna, ma io non la penso così”.